STALE OPERE QUI ILLUSTRATE DOCUMENTANO IL LAVORO DELL'ARTISTA

Comincia gli studi a Milano, luogo in cui terminerà frequentando l'Accademia di Brera, come allievo di Adolf Wildt. Furono anni di intensa sperimentazione, in cui l'artista passò da uno stile puramente plastico a modi espressionistici. Nel 1930 si lego al gruppo degli astrattisti del Milione, partecipando alle loro mostre. Nel periodo del secondo conflitto mondiale Fontana tornò in Argentina e redasse il "Manifesto Blanco" (46). Dopo il suo ritorno in Italia aderì allo spaziassimo e realizzò il primo "Ambiente spaziale", costituito da forme organiche rese fluorescenti da fori slabbrati e da sassolini vetrosi e lustrini, che formavano curiosi effetti luministici.  Appartengono agli anni '50-60 la serie "Attese" con violente lacerazioni), "Nature" (sculture dalla forma sferica spaccata), "Uova".

Partecipò più volte alla Biennale di Venezia e di San Paolo. E' tra i più importanti Artisti del '900.

FONTANA LUCIO
Nato a Rosario Santa Fè nel 1899+ Comabio 1968
 
 
 
 
1941 Maya che se
         Disegno ,18x20 Archiviato al n°2415/2
Pubblicato" Calderara e gli artisti della
sua collezione" -La canonica-Novara 1999

1968 Concetto Spaziale

-Multiplo  30x30

130b.jpg (18434 byte)

441B.JPG (25011 byte)