LE OPERE QUI ILLUSTRATE DOCUMENTANO IL LAVORO DELL'ARTISTA

Dal 1938 al1 942 frequenta la scuola Superiore d'Arte Cristiana Beato Angelico di Milano. dove č allievo di Mauro Reggiani.    Nel 1946 ritorna negli Stati Uniti dove nel '48 incontro lo scultore Alexander Archipenko e ne frequenta lo studio.    In quegli anni entra in contatto con idee ed i protagonisti della " action painting" come De Kooning e Franz Kline.  Nello stesso periodo conosce e si interessa agli esperimenti su suoni e rumori che il compositore Edgar Varesč conduce nel suo studio laboratorio di Mac Dougal strett.  Nel 1949 allestisce la sua prima mostra personale. Le opere di questo periodo verranno poi esposte nel1958 alla Meltzer Gallery della 57^ strada.  In quei medesimi anni si occupa anche di scenografia collaborando con la rete televisiva  National Broadcasting Company' con allestimenti per opere di lirica e di teatro di posa.   Dal '54 al '57 lavora ad una serie di opere quasi monocrome a forte "texture" e lieve rilievo. Negli anni settanta opera nell'intento di sviluppare una sua"grammatura" di lavoro, utilizzando prevalentemente gamme di grigio su fondi bianchi abbandonando il colore.  Dal '81, affascinato dalle combinazioni, dalle variazioni tematiche e dalle ambiguitą del colore esperimenta e sviluppa poi un cromatismo iridescente per mezzo di accostamenti di rette verticali colorate e piccole diagonali che formano un tessuto di microstrutture dove la luce č una preoccupazione costante del suo operare.  Nel'84 esegue un affresco nella tenuta Melzi du Cavaglią (Vercelli). Sono del '94 due grandi esposizioni antologiche al Palazzo Ducale di Massa ed alla biblioteca di Terni.   Dal '73 č docente presso la Scuola Politecnica di Design di Milano.   Sue opere si trovano in collezioni negli Stati Uniti, in Francia, In Svizzera, in Germania, in Italia, nella collezione d'arte contemporanea della New York University, alla galleria d'Arte Moderna di Torino, al Museo d'arte moderna di Saarbrucken e molte altre.  Presente a importanti manifestazioni culturali d'arte contemporanea,  1972 Biennale di Venezia (grafica) ,1986 Biennale di Venezia, XI Quadriennale di Roma e altre.

Sue opere alla casa dell'anziano Massimo Lagostina Omegna: donazione Grassi- Spriano

NANGERONI CARLO
Nato a New York nel 1922  - Morto a Calice nel marzo 2018
1976 Segnalato Bolaffi  da   C. Vivaldi
 
1991  S,T,
Acquerello 51x51
 
1994 Acr. 27x27

1995 S.T.                                  Acrilico su tela 24x27-21x27

 

1998-2000 S.T.                           Acrilico su tela 40x30-42x32

 

 

1977 Dittico 48x83 acrilico su tela                                      

 

             

436-1.JPG (8487 byte)  316B.JPG (35259 byte)   12-1.JPG (35470 byte)     12-2B.JPG (39900 byte)

36B.JPG (25404 byte)    58B.JPG (43522 byte)