LE OPERE QUI ILLUSTRATE DOCUMENTANO IL LAVORO DELL'ARTISTA

Un lungo soggiorno in Svizzera nel '55 gli permette di vedere opere degli espressionisti tedeschi della Brücke e di Klee,. così che l'autonomia cromatica dei primi e i problemi segnici del secondo riemergeranno sovente nella sua successiva produzione artistica.  Dal '60 in poi la sua tecnica é costituita dal solo filo di cotone, che in un primo momento viene adoperato in modo informe e gestuale, ma che avrà, successivamente, un andamento sempre più rigoroso e costruttivo.    Con Uncini,Biggi. Carrino, Frasca, e Santoro fonda nel 1962 il Gruppo Uno nel quale opererà fino al 1964.  E' invitato a partecipare alla XXXIX e alla XL Biennale di Venezia (1980,1982) ed espone più volte alla Quadriennale di Roma.   Partecipa alla mostra storica "Ricerche degli artisti in Italia dal 1960 al 1980", promossa dal Comune di Roma; nel giugno 1989 espone a Mosca e a Leningrado alla mostra "Orientamenti dell'arte italiana: 1947-1989".  Sue opere alla casa dell'anziano Massimo Lagostina Omegna : donazione Grassi-Spriano                   

PACE ACHILLE
Nato a Termoli nel 1923
 
1975 Itinerario della memoria

 

Tecnica mista su tela 120x100

Esposti alla Biennale di Venezia nel 1982----Verticale Fano Romano 1979--Nuova serie illustrata ed. Scheiwiller n.32--Bolaffi arte maggio 79-- Catalogo Termolin81-- Skema Roma--Panthaarte Como 81--Catalogo ELECTA Pag. 79 Tav 53

2003 Itinerario 50x70
 
 

 

2003 Itinerari 20x25

1977 Itinerario 45x55

pubblicati in più monografie

 
153.JPG (17736 byte)           165.JPG (23779 byte)

    

    598-1.jpg (6197 byte)             163.JPG (6192 byte)