LE OPERE QUI ILLUSTRATE DOCUMENTANO IL LAVORO DELL'ARTISTA

Nel 1964 partecipa a varie manifestazioni con lavori di pittura e incisioni, espone per la prima volta le sue sculture alla IX quadriennale d 'Arte di Roma. Seguono numerosi interventi in Galleria private e ambienti pubblici in cui prevale una lettura critica dello spazio. Tra le manifestazioni principali si ricordano quelle di Volterra nel '72-'73, Milano piazzetta Manzoni, studio S. Andrea, Studio Marconi 1975, Venezia Biennale 1978, Martina Franca 1979, Roma "Arte e critica" Galleria Nazionale 1981, Omegna Galleria Spriano1981, Uppen Galliree Israele "The Hai College 1983, Massachusetts University Gallery 1984, Sowalski Poland "Wigry" 1986, Milano Rotonda Besana, Seoul (Korea) Olimpyadi of Scultpure, La Jolla (California) Museum 1987, Prato Museo d?Artew Moderna, Roma Galleria Mara Coccia 1991. Si interessa di  problemi della ricerca della sperimentazione dell'insegnamento artistico: E' membro del Consiglio Scolastico0 Provinciale di Milano per l'istruzione Artistica. Staccioli descrive il proprio lavoro come" intervento" in una situazione data: le forme da lui usate, benchè visibilmente  derivate dalla Minimal-Arte, sono determinate e subordinate al carattere del posto in cui devono essere collocate.

 

STACCIOLI MAURO

Nato a Volterra nel 1937

Morto 1 gennaio 2018

1974 Segnalato Bolaffi da Perazzi

 

1977 scultura in ferro e cemento 55x45x18 Pubbl. "La Fenice" 2000 pag. 210

 

1974 - 5 disegni 30x40

 

 

 

1978 disegno su cartolina 11x19

 

1981 disegno su tovagliolo carta 20x20 con dedica

442B.JPG (26233 byte)  

559-1.jpg (15766 byte)   559-2.JPG (18113 byte)

559-3.JPG (15571 byte)   559-4.JPG (16318 byte)

559-5.jpg (21239 byte)        559-C.JPG (28983 byte)

559-T.JPG (37171 byte)